Cerca

manifesto

Aggiornamento: gen 23

Una scomoda verità:

la maggior parte dei terapisti utilizza metodi non validati o di provata inefficacia nel trattamento dei propri pazienti (Ladeira 2015). Questo avviene perchè vengono ritenuti il parere degli esperti e l'esperienza clinica come sufficienti o superiori allo studio della letteratura nel determinare quale approccio o quale metodo terapeutico siano utili per il paziente. (Latham, 2017).


Sappiamo che l'opinione degli esperti e l'esperienza clinica non sono un metodo adeguato per definire l'efficacia di una terapia; è necessario percontro uno studio attento e rigoroso della letteratura.

L'aderenza alle linee guida e l'uso di terapie di provata efficacia permette una riduzione del numero di sedute necessarie, una riduzione del numero di esami e di terapie superflue e, nel complesso, una riduzione dei costi (Childs, 2015)


Emovere nasce dalla profonda esigenza di offrire ai pazienti delle terapie efficaci ed efficienti, adeguandosi alle più recenti evidenze della letteratura, applicandole alla corrente pratica clinica e rendendole fruibili a tutti i pazienti.


Questo spesso significa andare contro l'opinione corrente, rinunciando a tutta una serie di terapie che, per consuetudine, vengono ancora proposte perchè ritenute a torto efficaci.


Sappiamo che la messa in pratica delle nuove scoperte in campo medico è molto lunga (in media 17 anni) (Morris, 2011). Per questo tutti i nostri collaboratori si impegnano giornalmente nello studio della nuova letteratura così da adeguarsi in tempi brevi ai nuovi migliori standard di cura.



Quello che garantiamo è:

  • una valutazione oggettiva delle cause del suo dolore secondo metodi validati

  • una spiegazione chiara circa i diversi approcci terapeutici che possono essere intrapresi

  • un'analisi dei suoi bisogni, dei suoi obiettivi e delle sue preferenze in ambito terapeutico

  • la creazione di una strategia comune per raggiungere i suoi obiettivi



quelli che s’innamorano di pratica senza scienza son come il nocchiere, che entra in naviglio senza timone o bussola, che mai ha certezza di dove si vada

-Leonardo da Vinci-





33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

il dolore è un'opinione

il dolore è un'opinione del cervello. Questo dice Ramachandran (neuroscienziato indiano, meglio conosciuto per il suo lavoro nei campi delle neuroscienze del comportamento). Quella che può sembrare un